Month: Febbraio 2020

Il cupido del nuovo millennio colpisce sul web?

Le app di incontri, come Tinder, e i social media come Facebook e Instagram, sono il nuovo cupido. O forse no, e i tempi non sono cambiati molto rispetto al passato. Ma come si conoscono le coppie italiane di oggi, e come si sono conosciuti i loro genitori? Secondo il sondaggio del portale del settore nuziale Matrimonio.com, condotto in 15 Paesi di Europa, America e Asia, esiste un cupido del nuovo millennio. Le risposte ottenute dalle coppie sposate nel 2019 testimoniano che rispetto al passato la tecnologia oggi ricopre un ruolo decisivo anche in campo sentimentale. Ma in Italia un po’ meno che all’estero.

Canada, UK e USA guidano la classifica delle coppie nate su Internet

Secondo la ricerca, in Italia il 6,1% ha conosciuto la propria dolce metà attraverso app o siti di incontri. Rispetto ad altri Paesi, però, la rivoluzione del Cupido tecnologico da noi colpisce molto meno. E Canada (27,3%), Regno Unito (23,7%) e Stati Uniti (22,6%) sono i tre Paesi sul podio per numero di coppie nate grazie al web. Secondo la classifica delle percentuali di coppie sposate nel 2019 incontrate attraverso siti di incontri o applicazioni, al 4° posto dopo gli Usa si trova la Francia (19%), seguita da Spagna (11,9%), Brasile (9,6%), Cile (6,4%), Italia (6,1%), Portogallo (5,1%), Messico (5,6%), e Colombia (5,0 %).

In Italia si preferisce ancora la “vecchia maniera”

In Italia, al contrario dei nostri cugini francesi e spagnoli, e nonostante la tendenza tecnologica in forte crescita, continuano a essere i luoghi sociali i principali spettatori della romantica scintilla. Le coppie italiane, quindi, sembrano conoscersi ancora alla “vecchia maniera”. In questo caso, lo scettro di Cupido se lo aggiudicano gli amici in comune, con il 35,7% delle coppie che si sono conosciute grazie a loro, così come accadeva ai loro genitori (42,1%).

Al secondo posto si classifica il luogo di lavoro (15,8%), mentre eventi o occasioni di incontro, come concerti, feste, o serate in discoteca, oppure luoghi pubblici, come le palestre, rappresentano il 13,4% dei casi.

Lo spirito romantico non ha ancora ceduto a un clic

Un dato che differisce tra le due generazioni, però, è che 30 anni fa, e nel 15,2% dei casi, le coppie si conoscevano da sempre, fino da bambini, al contrario di oggi in cui la percentuale ne rappresenta la metà (7,5%).

E se oggi in molte occasioni sono i social media a intervenire per connettere le future coppie, soprattutto Facebook e Instagram, una via di mezzo tra vita virtuale e vita reale la testimonia Marianna, della Community di Matrimonio.com. “Ci siamo visti la prima volta in un bar – spiega Marianna – poi ci siamo conosciuti su Facebook e ci siamo messi d’accordo per uscire. Mi venne a prendere e poi andammo a cena fuori”.

Insomma, per gli italiani galeotto no fu tanto quel match su Tinder ma quella cena a casa dell’amico. Forse lo spirito romantico non ha ancora ceduto del tutto a un clic.